Alta soglia di attenzione per l’anticipo di sabato al Pala Agnelli: dal Friuli una Prata indiavolata

Sabato 9 marzo l’Olimpia è attesa alle 20.30 al Pala Agnelli contro la Tinet Gori Wines Prata di Pordenone nell’anticipo della 10° giornata di ritorno, match difficilissimo considerando la striscia positiva da cui arriva la formazione di Sturam, con 6 vittorie consecutive ottenute anche contro le grandi, sette tie break consecutivi disputati, con uno stop a Cuneo e un altro tie break con vittoria sfiorata a Castellana Grotte, risalendo la classifica di molti punti, si portano appresso giocatori in gamba e di esperienza, come Link (lo scorso anno a Gioia del Colle, e quello precedente in A1 con Kioene Padova), il palleggiatore Bonante, lo schiacciatore bulgaro Nedialko Deltchev di esperienza e da anni nella rosa di casa, il centrale Bortolozzo di 202 cm, che viene da Reggio Emilia e ha esperienze importanti anche in squadre come la Emma Villas. Nel ruolo di opposto c’è anche Della Corte, spesso chiamato in causa che si è distinto anche nel match di andata contro i bergamaschi, e si sta comportando molto bene, giovane ma di esperienza anche in Superlega con la Sir Safety Perugia, che ha dato filo da torcere al muro bergamasco.

La partita di andata si era conclusa con uno 0-3 a favore di Bergamo, il match era stato caratterizzato da scambi combattutissimi per l’intera durata del match, la formazione di casa non lasciò correre nemmeno un pallone e rese vita difficile alla capolista Olimpia ma ad avere la meglio fu la formazione bergamasca, grazie anche al massiccio muro che si confermò ancora una volta tra i migliori della A2.

La lunga serie di tie break consecutivi ha permesso a coach Sturam di risalire la classifica e portarsi fuori dalla scomoda zona di retrocessioni dirette, comportandosi molto bene come neo promossa soprattutto in questa fase di ritorno.

Nelle ultime partite ha dovuto rinunciare a Saraceni per uno strappo al pettorale, ma sta trovando un Link in grande spolvero, e lo ha dimostrato nelle ultime partite con una buona media di punti a partita, cosa che nella prima parte di campionato non era stata possibile a causa di un infortunio. Nel match di andata infatti era entrato solo in un’occasione con un doppio cambio, lasciando il campo a Della Corte che comunque si era comportato bene. Nell’ultimo match Sturam ha giocato con due opposti, utilizzando sia Link nel ruolo di banda che Della Corte, soluzione che ha permesso di recuperare da un 2-0 per Castellana Grotte a un 3-2, sfiorando l’impresa.

Ha nel muro uno dei punti di forza fondamentali e fanno pochi errori al servizio, hanno alzato il loro livello e sono una squadra piuttosto compatta anche in difesa, l’Olimpia dovrà mantenere alto il livello di concentrazione per superare il muro friulano, e arrivare ad ottenere i tre punti d’oro in chiave play off.

Loro vengono da un momento positivo e sono stati fermati da Castellana Grotte, giocandosela alla pari con una squadra che ci ha battuto” analizza Nicola Tiozzoquesto fa capire quanto siano concentrati in questo periodo, e che se non prestiamo massima attenzione potrebbero risultare molto pericolosi. Noi arriviamo da una bella vittoria contro Cantù che ci ha restituito molte delle certezze che avevamo prima e teniamo a questo match perchè una bella prestazione ci permetterebbe di arrivare ai play off a testa alta e con la giusta disposizione mentale per giocarli al meglio. Considerando il loro momento e ricordando il match di andata che nonostante il risultato fu comunque combattuto con  loro difesa impeccabile, non sarà affatto semplice”

Livello di attenzione ad alta soglia dunque con avversarie come quella di sabato sera, per prepararsi a lottare in vista della fase di play off, quando l’avversario sarà affamato esattamente come Prata, di portare a casa un match di livello contro i vice campioni d’Italia e confermarsi nella categoria.

Linda Stevanato-Ufficio stampa Olimpia Bergamo

Condividi!

Seguici su