Vittoria al tie break su Catania: la voglia di vincere che fa la differenza

Un’Olimpia che parte un po’ appannata questa sera ma sempre presente di fronte a un avversario mai domo, che riesce a difendere tanto e a portarsi a casa i primi due set con più concretezza e spigliatezza; ma i ragazzi di coach Spanakis reagiscono bene e con la giusta carica riescono a portare a casa la partita per 3-2 (23-25, 26-28, 25-22, 25-20, 15-9). Nel primo parziale la percentuale di attacco era molto bassa (36%), poi sistemata nel secondo dove la differenza è stata soltanto di qualche pallone; a partire dal terzo set buona la reazione anche da parte di un muro efficace (13 muri punto totali per i bergamaschi) con una buona prestazione di Antonio Cargioli che si è distinto con 13 punti e ha portato a casa il premio di miglior giocatore. Le fatiche di Coppa e delle lunghe trasferte di campionato possono aver influito sull’andamento della squadra ma “Non è un alibi, solamente un’analisi a logica di quanto successo stasera” spiega capitan Garnica “dobbiamo ritrovare la giusta concentrazione in vista dei prossimi appuntamenti, la voglia di vincere stasera ha fatto la differenza”.

“Momento importante di crescita della squadra, partita monito per i ragazzi che devono imparare a gestire queste situazioni” chiude infine Spanakis.

 

Partenza sprint per Catania che si porta già sul 4-7, poi però grazie ad un paio di acuti di Shavrak e Romanò l’Olimpia si rifà sotto 10-11.

In difesa e ricezione si stanno alternando i liberi Franzoni e Innocenti, Catania si mantiene sempre +2,con Gradi sopra le righe che mette a segno dei palloni molto importanti come quello del 17-20. Porcello mette a sego il 18-22. Shavrak riesce a firmare il 20-22, poi Bonacic spara out e si porta 21-22, ma è ancora Gradi a portare Catania sul 22-24, Tiozzo si porta a 23-24, ma è poi Corrado a chiudere il set con una palla difficile. 23-25.

 

Nel secondo set il muro bergamasco riesce a prendere le misure su Gradi, poi Shavrak firma il break 7-4.

Catania però è sempre sul pezzo e si porta in parità con un paio di muri su Shavrak di Porcello 8-8.

Il set si mantiene punto a punto in equilibrio fino a 18-16, quando una doppia di Porcello regala ai bergamaschi il break. L’Olimpia si mantiene a +1 e sul 20-19 coach Spanakis chiama il time out.

Catania si porta in parità 21 pari, poi sul 22-23 Gradi porta il vantaggio per i biancoblù. Cargioli mette a segno il 23-23. E’ Gradi però a firmare il 23-24 che poi però regala la battuta, e sul 24 pari Erati firma il 25-24. Sul 26 pari Catania chiama time out. Al rientro Porcello mette a segno un doppio ace che porta i siculi allo 0-2 26-28.

 

Il terzo set comincia sempre in equilibrio, con i posti 4 Bonacic e Corrado sempre efficaci. Bergamo si porta avanti con un muro su Reina 11-9. Entra Cristofaletti sul 12 pari che rileva Romanò. Avanti +2 Bergamo si fa recuperare e sorpassare a 16-17 con due errori in attacco di Tiozzo. Il risultato si ribalta subito però grazie a un buon exploit di Romanò che rientrato si fa sentire,17.- 20.

Qualche errore in ricezione e difesa sul campo bergamasco portano Catania a farsi sotto 22-21, ma poi è ancora Romanò a fare la voce grossa, aiutato da Shavrak che firma il 24-21. Un errore di Petrone in battuta riapre il match 25-21

 

Nel quarto set Bergamo parte più determinata, con un bel break 10-6. Il break prosegue, sul 16-14 esordio di Cogliati su Garnica per permettere al capitano di riposarsi dopo una collisione, il set prosegue con lo stesso break 18-21. E’ Romanò l’autore dei punti che portano alla vittoria del set, finalizza Cargioli il 25-20.

 

Il tie break vede un’Olimpia più cinica che parte subito bene 3-0, poi Catania si rifà sotto 3-4, ma Romanò firma il 7-4, al cambio campo il punteggio riporta l’ 8-5 firmato da Cargioli. Il muro di Shavrak su Gradi porta l’Olimpia a 11-7, Lo stesso Shavrak segna il punto del 13-9, poi chiude la battuta out di Corrado 15-9.

OLIMPIA BERGAMO: Erati 7, Cargioli 13, Tiozzo 12, Garnica 1, Shavrak 20, Sette 1, Romanò 23, Libero Innocenti, Franzoni, Cioffi, Cogliati, N.E. Marzorati, Gritti

ELIOS MESSAGGERIE CATANIA: Reina 7, Porcello 10, Corrado 13, Gradi 23, Toselli 3, Finoli 3, Bonacic 12, Libero Pricoco, De Costa, Chillemi, Toselli, Petrone, N.E. D’angelo, Barbera, Nicosia, Cuti, Mazza.

 

Arbitri dell’incontro: Toni Fabio, Licchelli Antonio

 

Linda Stevanato-Ufficio stampa Olimpia Bergamo

 

Photo: Luca Giuliani

 

 

 

Condividi!

Seguici su