Olimpia, sei in finale! Vittoria del cuore

La seconda storica finale della Del Monte® Coppa Italia dell’Olimpia Bergamo è stata raggiunta con una vittoria per 3-1 (25-20, 29-27, 18-25, 25-19) piena di emozioni al Pala Agnelli davanti al pubblico delle grandi occasioni accorso per sostenere i suoi paladini: dopo quattro set combattutissimi, quando sembrava mettersi male, la squadra si è stretta e ricompattata intorno al suo bomber mvp del match, Yuri Romanò,(22 punti) autore della serie positiva in battuta nel quarto set che ha portato la rimonta e la vittoria del match senza lasciare davvero più nulla all’avversario,che ha lottato ferocemente cercando di riaprire la partita strappando ai padroni di casa il terzo set. La vittoria è passata dai primi due set in cui tutti i giocatori hanno dato la loro parte, a cominciare dalle splendide difese e ricezioni dei posti 4 Tiozzo e Shavrak insieme ad Innocenti, i muri e gli attacchi vincenti del reparto centrali Erati e Cargioli, le acrobazie a rete di Garnica che ha servito in modo eccellente e dinamico tutte le sue bocche di fuoco, finendo con il sopracitato Romanò questa sera davvero uomo chiave e a ferro e fuoco per l’intera partita.

Mondovì è una squadra fisica e che sa mettere sotto pressione, ma i nostri ragazzi stasera hanno fatto qualcosa di straordinario, un match di alto livello” 

coach Spanakis al termine del match.

A Bologna il 10 febbraio l’Olimpia Bergamo ci va con consapevolezza ed esperienza, forte della partita di questa sera, con l’entusiasmo di una squadra che sa quello che vuole e che ha dimostrato ancora una volta che è tenace e sa superare ogni avversario sia con il cuore, che con la tenacia di gruppo, e non priva di iniziative individuali dei suoi protagonisti che sanno prendersi la squadra sulle spalle come nel caso di Romanò questa sera, opposto dalle mille risorse.

CRONACA MATCH

L’Olimpia Bergamo parte e si porta subito su 2-0 con un bell’attacco di Tiozzo e un errore dell’opposto Morelli. Il break continua su 2-4 con due attacchi di Romanò. Erati firma il 6-3. Tiozzo mura Morelli e porta in cascina l’ottavo punto (8-5). Romanò mette a segno un bellissimo lungolinea 11-8. Mondovì accorcia 14-13 grazie a un buon attacco di Borgogno,ma con un buon attacco da posto 4 Tiozzo mantiene il break. Un ace di Shavrak e l’Olimpia allunga a 18-15. Con un errore di Mondovi l’Olimpia firma il ventesimo punto. Shavrak è l’autore del 22esimo punto. Entra Gritti in battuta che impensierisce la ricezione piemontese, poi Shavrak fa suo il 24, e chiude un errore avversario 25-20.

Nel secondo parziale è Mondovì a mettere la testa avanti 5-7,poi Morelli allunga 6-9. Ma ci pensa Romanò ad accorciare 9-10. Mondovì però in questo frangente si dimostra più concreta e allunga nuovamente con Morelli 10-13, poi 11-15. L’Olimpia però pareggia i conti 17 pari grazie a delle buone difese e alla finalizzazione di Romanò. Ma Mondovì non molla e con un ace di Biglino si porta 21-18. Garnica però accorcia a 20-21 grazie ad una bella battuta di Romanò. Shavrak pareggia con un ace 22-22. Al rientro la parità continua (23-23) Tiozzo finalizza il 24-23 grazie a una buona battuta di Erati, ma poi Morelli pareggia a 24, ma è ancora Tiozzo a passare in vantaggio. Terza palla set annullata da Morelli. La quarta palla set 29-27 la mette a terra Romanò con un ace.

Nella prima parte del terzo set regna l’equilibrio, finchè è ancora Morelli a firmare il break 6-9. Mondovì allunga ancora a 12-7, ma Romanò accorcia con una bella serie di attacchi e a muro. 14-15. Mondovì però ha ancora i due punti di vantaggio 15-17. Borgogno allunga con una buona serie in battuta 16-22. Cargioli accorcia a 17, ma poi un errore in battuta regala il 23 all’avversario, che restituisce subito dopo. Il set si chiude con un errore in attacco di Romanò 18-25.

Il quarto è sempre Morelli sugli scudi, che permette a Mondovì di sorpassare 7-8. Poi Pistolesi mura Shavrak e firma 8-11. Un doppio ace di Romanò accorcia 12-13, ed altre due belle battuta mettono in difficoltà la ricezione, permettendo a Shavrak di finalizzare con il sorpasso a 14-13. Arriva il muro di Erati su Morelli che porta a 15-13. E’ ancora al servizio Romanò sul 19-13 che seguita a fare danni in ricezione. Tiozzo firma il 20-14. Romanò attacca per il 21-15. Mondovì non ne ha più e in un lampo la partita si chiude con Shavrak che mette a segno gli ultimi due punti e infine un errore dei piemontesi al servizio, 25-19 porta Bergamo in finale.

OLIMPIA BERGAMO: Erati 4, Cargioli 5, Tiozzo 11, Garnica 5, Shavrak 21, Sette 1, Romanò 22, Libero Innocenti, Gritti. N.E. Marzorati, Cioffi, Franzoni,Cristofaletti

SYNERGY ARAPI MONDOVIÌ: Morelli 27, Kollo 4, Treial 9, Pistolesi 5, Terpin 1, Biglino 12, Borgogno 14, Libero Fusco, N.E. Spiga, Garelli, Buzzi, Spagnuolo, Bosio

 

Ace Olimpia: 6, Muri: 4

Arbitri: Noce Alessandro, Piùbelli Massimo

Ufficio stampa Olimpia Bergamo: Linda Stevanato

Photo: Luca Giuliani

Condividi!

Seguici su