Da Roma con furore, i ragazzi del Club Italia. Parola d’ordine: concretezza

Nell’anticipo della terza giornata di ritorno venerdì 11 gennaio alle 20.30 l’Olimpia apre le danze del 2019 affrontando il Club Italia: i ragazzi incontreranno direttamente da Roma le giovani promesse del volley italiano.

Il team di Monica Cresta potrà contare sull’energia di giovani talentuosi quali Francesco Recine, figlio del campione Stefano Recine, al secondo anno al servizio di Club Italia, la scorsa stagione premiato come mvp della finale tricolore under 20. L’altro schiacciatore Motzo, nato in Brasile, al sesto anno nel team del Club Italia, nelle stagioni precedenti impiegato come opposto ed ora diventato posto 4, che nella partita di andata diede filo da torcere ai ragazzi di Spanakis, insieme a Recine (nell’ultima partita a segno con 26 punti), Gamba e Dal Corso che vendettero cara la pelle arrivando al tie break in una partita molto combattuta ma l’esperienza e la forza del gruppo bergamasco che ogni partita risulta sempre più affiatato ha avuto la meglio al quinto set.

Il Club Italia occupa una dignitosa posizione di metà classifica ed è in crescendo, ha vinto partite difficili in serie positiva contro Grottazzolina e Gioia del Colle, e ha nell’ultimo match battuto anche Taviano; ha fatto suoi numerosi tie break e ne ha persi altrettanti portando sempre squadre competitive al quinto set.  Ha recuperato l’opposto Stefani da poco,che nella partita contro Grottazzolina è stato l’uomo match e con i suoi 29 punti ha permesso una bella vittoria per 2-3 in trasferta su un campo tutt’altro che semplice.  Stefani è classe 2001 per 210 cm di altezza, un opposto scatenato vincitore del bronzo agli europei Under 18 del 2018.

Club Italia è stato in lizza fino all’ultimo momento per qualificarsi in Coppa Italia, è una squadra costruita con solide basi e sta facendo meglio rispetto agli anni passati, i ragazzi di coach Spanakis dovranno affilare gli artigli per concretizzare la partita a bottino pieno, con l’esperienza del difficile match di andata chiuso 3-2 per i bergamaschi che però venne affrontato senza l’opposto Stefani, ora top scorer della squadra di Monica Cresta.

 Sarà per l’Olimpia anche l’inizio di un impegnativo tour de force con i quarti di Coppa Italia al via il 16 gennaio, coach  Spanakis però predica concentrazione e affronterà una squadra come Club Italia con consapevolezza e serenità contando sulla rosa completa dei suoi giocatori che finora sono sempre rimasti sul pezzo giocando con coralità e cuore, grazie anche alla distribuzione lucida di capitan Garnica, che ha permesso di vincere molti match con avversari ostici, compresa la partita di andata contro lo stesso Club Italia.

Sicuramente è una partita molto importante per noi per due motivi” spiega Nicola Tiozzo, giovane attaccante in fase di crescita per Olimpia  “il primo è che ci hanno messo molto in difficoltà all’andata, e il secondo è che sarà un rodaggio in vista della partita di Coppa Italia contro Spoleto; sicuramente sarà da fare attenzione al loro servizio e dovremo avere pazienza se difendono e ci costringono a rigiocare qualche palla in più, la cosa più importante sarà essere precisi e concreti tenendo alta la concentrazione dall’inizio”

Per iniziare il nuovo anno con una bella vittoria Olimpia Bergamo dovrà scendere in campo con la solita determinazione e freddezza che la contraddistingue, aiutata dal caldo pubblico del Pala Agnelli sempre pronto all’appello dei paladini bergamaschi.

Ufficio stampa Olimpia Bergamo-Linda Stevanato

Photo: Luca Giuliani

Condividi!

Seguici su