Fuochi d’artificio anticipati al Pala Agnelli: vittoria 3-0 su Ortona

L’Olimpia festeggia la fine dell’anno 2018 con una bella vittoria per 3-0 (25-21, 25-19, 25-22) contro la compagine di Ortona, non lasciando nemmeno le briciole ad un’avversaria che arrivava da una buona serie positiva, ma che deve piegarsi alla compatta formazione di coach Spanakis, superiore a muro (13 muri punto bergamaschi verso 4 ortonesi) e in attacco (58% verso 48%). Non sono bastati i 14 punti del forte opposto Marks a condizionare il match ancora una volta controllato dalle sapienti giocate di capitan Garnica, che spesso ha favorito un gioco per nulla prevedibile agli attaccanti oroblù, oggi migliore su tutti in questo fondamentale Tiozzo con i suoi 13 punti, ma con una grande prestazione del libero Innocenti che ha raccolto grandi recuperi e palle fondamentali al contrattacco bergamasco, portandosi a casa il titolo di miglior giocatore in campo.

Si conclude così lo strepitoso anno dell’Olimpia, ricco di soddisfazioni e di tappe importanti con un accorato appello dei Presidenti Agnelli e Caloni al pubblico oroblù a fine partita: “Continuate a seguirci, vogliamo un Pala Agnelli sempre più pieno, noi non ci accontentiamo. Buon anno a tutti i tifosi e staff, sempre Forza Olimpia”

 

 

Un buon inizio per Ortona che parte subito agguerrita con un paio di battute ficcanti dell’ex Dolfo che portano Ortona già 3-6, accompagnato dai buoni attacchi di Ogurcak, ma l’Olimpia resta sul pezzo rispondendo con una bella pipe di Shavrak e un tocco di Tiozzo pennellato sui 3 metri ortonesi. Poi ci pensa Erati che a muro non lascia passare l’opposto Marks e accorcia a 10-8.

Bergamo riesce ad agganciare con Romanò e superare con Shavrak 13-12. Punto a punto con un braccio di ferro tra Cargioli e Menicali, poi l’Olimpia si stacca a +2 raggiungendo il 19-17, e costringe coach Lanci al time out. Il break si accorcia a 20-19 quando coach Spanakis preferisce chiamare il time out. A al rientro ci pensa Tiozzo a sistemare le cose e riportare Bergamo in vantaggio 22-19. Tiozzo mura Marks, ma è poi un gran muro di Cargioli a chiudere il set 25-21.

 

Nel secondo set Ortona parte ancora mettendo la testa avanti con Dolfo sempre sul pezzo e un gran muro di Menicali su Tiozzo, firmando il punto del 5-7. Su un attacco di Tiozzo controllato a videocheck e giudicato out coach Spanakis chiama il suo primo time out (5-8). Dolfo aumenta il distacco (5-10). Romanò e un paio di errori della ricezione ortonese fanno accorciare le distanze (9-11) Un muro di Cargioli su Dolfo riporta in parità 11-11, poi con una giocata magistrale Garnica-Romanò l’Olimpia sorpassa 13-12. Il break si allunga a 20-15 con una serie di muri di Erati e Shavrak. Poi il gap si allunga ulteriormente fino alla chiusura di prima intenzione di Garnica.

 

Anche nel terzo set Ortona inizia bene portandosi su 7-9, finchè Tiozzo non rimette a posto le cose sorpassando 11-10. Ortona rimette la testa avanti firmando il 15-17, ma il muro di Erati e Tiozzo non lascia spiragli, riporta a parità. Continua punto a punto fino a 20-20 con ottimi attacchi di Marks, ma Cargioli tiene sugli scudi con un buon attacco e un muro invalicabile che porta al 24-21.  E’ infine Erati che firma il 25-22, e conclude l’anno strepitoso con un 3-0 rotondo sulla squadra abruzzese.

 

 

OLIMPIA BERGAMO: Erati 9, Cargioli 12, Tiozzo 13, Garnica 3, Shavrak 11, Romanò 9, Libero Innocenti, N.E. Marzorati, Cogliati, Cioffi, Gritti, Cristofaletti, Sette

SIECO ORTONA: Simoni 10, Dolfo 8, Lanci 1, Marks 14, Ogurcak 7, Menicali 7, Libero Toscani, Sitti, Sorrenti, Fiscon

Arbitri: Mattei Lorenzo, Brancati Rocco

Ace Olimpia Bergamo: 2, Errori in battuta 10, Muri 13

Ufficio Stampa Olimpia Bergamo: Linda Stevanato

Photo: Luca Giuliani

Condividi!

Seguici su