Febbre del sabato sera al Pala Agnelli: arriva la Materdomini Castellana Grotte

Per l’Olimpia Bergamo sabato è chiamato a raccolta il pubblico delle grandi occasioni: arriva infatti un avversario tra i più temuti del girone, la Materdomini Castellana Grotte. Come tutte le squadre finora incontrate, la formazione pugliese verrà a Bergamo a giocare con il coltello tra i denti per cercare di far cadere la confermatissima capolista Olimpia.

Nelle sue fila milita l’opposto Cazzaniga che Bergamo non dimentica perchè due anni fa con una prestazione superba sconfisse l’Olimpia in gara 5, con la formazione dello stesso paese che ora gioca in Superlega. Ma non solo: Cazzaniga è classe 1979, prima della categoria A2 ha trascorso molti anni in A1 con Montichiari e Milano, opposto di grande caratura e dal braccio pesante, una spina nel fianco per chiunque si trovi a giocare contro di lui.

Gli fanno compagnia Alessio Fiore, ex giocatore di Sora e Ortona, con esperienza in A1 anche a San Giustino, banda completa versatile, e Riccardo Mazzon, giovane che si è distinto negli ultimi anni a Tuscania e a Brescia. Senza contare la presenza solida e massiccia di Patriarca, centrale di grosso calibro, che ha giocato nella Emma Villas Siena, arrivando anch’egli  in semifinale per la Superlega, e prima di allora militato nelle fila di Milano e Monza in massima serie.

Un altro giocatore che Bergamo conosce molto bene è Peppe Longo, alzatore utilizzato nella scorsa stagione da coach Graziosi, spesso entrato per togliere le castagne dal fuoco quando il match prendeva pieghe difficili, per dare riposo all’ex regista serbo Jovanovic, e per cambiare la diagonale che tanto ha fatto sognare il pubblico bergamasco. Peppe si è accasato alla Materdomini dalla scorsa estate vicino alla famiglia, e quest’anno ha già collezionato diverse vittorie.

Il libero Battista classe 1995 originario di Bari ha la sua esperienza anche in squadre come la Emma Villas Siena,vincendo una coppa Italia con la stessa formazione nel 2017, seppur un libero giovane ha già una serie di stagioni importanti alle spalle, l’ultima proprio con Castellana Grotte.

“Castellana sta ottenendo risultati importanti e non mi sorprende”commenta coach Spanakis “ Squadra forte con tre giocatori di spessore come Fiore, Cazzaniga e Patriarca, e altri giovani in rampa di lancio. Stanno giocando bene e sono molto solidi; hanno vinto già 4 tie-break e con Grottazzolina ha recuperato un set che perdeva addirittura 19-9, segno di una squadra tosta che non molla. Molto forti in attacco con tutti i giocatori coinvolti costantemente e un gioco al centro molto efficace. In battuta poi hanno atleti come Cazzaniga, sempre protagonista in questo fondamentale, e altri che riescono a mettere grossa pressione al cambio palla avversario. Dovremo essere bravi a leggere alcune situazioni in fase break e saper soffrire in cambio palla quando a loro entreranno i loro servizi migliori per riuscire in un risultato positivo”.

Sarà un sfida tutta nuova dunque con Bergamo capolista che sta affrontando una serie di squadre ostiche e combattive, che di fronte alla prima della classe arrivano forti di un’energia  diversa per non sfigurare, pertanto l’Olimpia dovrà trovare la sua miglior forma nell’anticipo dell’ottava giornata contro la squadra pugliese, senza sottovalutare la partita, con i due attaccanti di posto 4 Shavrak e Tiozzo in forte crescita, oltre al bomber Romanò e alla coppia Cargioli-Erati senza dubbio tra le più forti nel comparto centrali.

“Sicuramente andiamo ad affrontare una partita contro una delle migliori squadre del nostro girone” analizza Nicola Tiozzo, uno degli attaccanti su cui l’Olimpia sta puntando moltissimo “Castellana Grotte esprime un gioco che punta molto sul fondamentale del servizio quindi sta a noi gestire alcuni loro turni di battuta, sappiamo che ora tutte le squadre che incontreremo per portare a casa il risultato rischieranno il tutto per tutto in ogni fondamentale. Noi la affronteremo come tutte le altre partite ovvero determinati e concentrati e cercando di ridurre alcuni cali di tensione visti nelle partite precedenti”.

Uno dei match più duri finora attende il pubblico oroblù per sabato sera, e la squadra di coach Spanakis conta proprio sul suo pubblico per riuscire a dare il meglio di sè e confermarsi al primo posto in classifica in questa prima fase di campionato.

In campo alle 20.30 al Pala Agnelli, per un’altra sfida al vertice.

Ufficio stampa Olimpia Bergamo- Linda Stevanato

Photo: Luca Giuliani

 

 

Condividi!

Seguici su