Club Italia-Olimpia Bergamo 2-3

Tris vincente per i ragazzi di coach Spanakis che si aggiudicano anche la terza vittoria consecutiva sul campo di Vigna di Valle contro Club Italia e portano a casa il primo tie-break della stagione. (23-25, 25-14, 25-19, 26-28, 15-11)
Partita molto combattuta con i buoni spunti di Club Italia e il potenziale dei giovani talenti guidati da Monica Cresta, ma l’esperienza e la forza di un gruppo che ogni partita risulta sempre più affiatato ha avuto la meglio in cinque set.

Starting six: in diagonale Garnica e Romanò, in posto 4 Tiozzo e Sette, al centro Erati e Cargioli. Shavrak fuori per piccolo affaticamento.

Dopo il doveroso e commovente minuto di silenzio per commemorare la scomparsa della campionessa Sara Anzanello, i ragazzi di Monica Cresta partono subito in quarta, con una serie di muri su Cargioli e Sette e si portano sul 7-5. Poi Motzo va a segno e firma il primo break costringendo Spanakis a chiamare time out sul 11-7. Al rientro è ancora Motzo a portare avanti i suoi ma Romanò accorcia con due attacchi punto fino a 15-12.

Una serie di errori e di invasioni da parte di Olimpia fanno prendere il largo al Club Italia che si porta in un attimo a 20-16. Romanò riesce a tenere in piedi Olimpia con una timida rimonta fino ad arrivare a 24-23, ma poi lo stesso Romanò sbaglia la battuta regalando il 25 a Club Italia.

Il secondo parziale comincia punto a punto fino a 7 pari, poi Cargioli firma un bel break che porta 10-13 e costringe Monica Cresta al primo time out. Al rientro è ancora Romanò a prendere le distanze, Club Italia è falloso, Recine viene sostituito e dopo Cargioli è Tiozzo che firma il 24. Un errore di gamba in attacco consegna a Olimpia il secondo set.

Il terzo parte subito con uno 0-6 per Olimpia, molti errori degli attaccanti di Club Italia ma anche un Tiozzo in grande spolvero, seguito da un Cargioli dinamico e puntuale. Ma club Italia non ci sta e segna un break portandosi su 6-8 facendo chiamare time out a Spanakis.

Rimane in scia Club Italia fino a 10-13, ma poi Olimpia prende il largo e si porta su 14-20 grazie ad una serie di errori di Club Italia. Un acuto con una pipe di Recine e un paio di palloni di Gamba e torna ad accorciare Club Italia, facendo chiamare time out a Spanakis su 16-20. Tiozzo porta a 21, ed è ancora uno show di Romanò a portare Olimpia al sorpasso.

Il quarto parziale inizia un po’ in sordina per Olimpia ma Romanò tiene a galla e raggiunge la parità su 9 pari. Equilibrio fino a 14-17 quando Olimpia conquista il primo break. I muri di Cargioli e gli attacchi di Romanò consentono di mantenere un vantaggio di tre punti, ma non basta: cresce Recine e l’attacco di Club Italia,cala la ricezione bergamasca. Il set finisce ai vantaggi 28-26 per Club Italia.

Nel tie break si fa sentire subito la reazione di Olimpia, soprattutto nel solito Romanò che scarica tutta la forza portando subito su 2-6. Ancora Romanò firma il 5-9 ma Cianciotta porta 2 muri in casa Club Italia. Sul 7-11 Gamba spara out, su 8-11 time out di Spanakis e successivamente di Cresta. 10-13 e Sette mette a segno una bella diagonale, poi Gamba spara out e il tie break è bergamasco Assente Shavrak per una piccola lesione al bicipite femorale.

Olimpia Bergamo: Erati 12, Cargioli 12, Garnica 3 Romanò 38, Tiozzo 18,  Sette 9 n.e. Marzorati, Cogliati, Shavrak, Gritti . Libero Innocenti

Club Italia: Recine 15, Motzo 13, Gamba 18 , Cianciotta 9, Dal Corso 4, Mosca 8. n.e Stefani, Bisotto, Magalini, Maletto, Di Marco. Libero Federici

Ace fatti da Olimpia Bergamo: 3 Muri punto: 11 Errori in battuta: 16

Arbitri dell’Incontro: Marotta Michele e Salvati Serena

Ufficio Stampa Olimpia Bergamo- Linda Stevanato

photo: Marika Torcivia

 

 

 

Condividi!

Seguici su